Marcello Boccardo è, da anni, uno dei formatori di riferimento per C&D for Human Resources. Ha sposato il progetto Fuoriclasse® e ha incontrato in aula personaggi di successo nel mondo dello sport, della musica e della TV facendosi raccontare gli esordi e i passaggi fondamentali nella costruzione della loro carriere.

ticket fronte new

Il prossimo 19 maggio, incontrerà ad Olbia Gian Paolo Montali, uno dei coach di pallavolo più vincenti di sempre, ora manager di successo impegnato nella progettazione dell’evento di Golf “Ryder Cup Roma 2022”.

Marcello ha già avuto modo di conoscerlo e in questa breve intervista ce lo presenta.

La biografia di Gian Paolo Montali è la storia di un uomo di sport che ha un talento straordinario per organizzare gruppi di persone e portarli verso i massimi traguardi. Da dove partiamo?

Sarebbe facile partire dai tanti trofei vinti da Montali nella pallavolo, sia a livello di club che di Nazionale. Mi piace però partire dal 2006. John Elkann deve scegliere uomini di sport, anche vincenti per rifondare la dirigenza della Juventus che si appresta a disputare il campionato di serie B in seguito a calciopoli.

La scelta ricade proprio su Gian Paolo che dopo aver accettato, promuove la creazione di una “carta dei valori”. Prima società calcistica in Italia a dotarsi di un vero e proprio codice etico che deve essere rispettato a tutti i livelli: dai dirigenti, dai calciatori e da tutti i dipendenti della società. Regole uguali per tutti e valori condivisi da mettere davanti agli obiettivi individuali.

Quali sono le caratteristiche principali di Gian Paolo Montali?

La prima credo che sia la conoscenza delle persone. In un attimo riesce a capire chi ha davanti e cosa fare per tirar fuori il suo potenziale limitandone i difetti caratteriali. Sicuramente l’esperienza da coach nella pallavolo ha affinato questo suo grande talento.

La seconda è la sua duttilità, direttamente collegata alla prima. Per lui non esistono differenze nel gestire squadre sportive, gruppi di dirigenti o team di lavoro. Si tratta sempre e comunque di relazioni tra persone e su questo, Gian Paolo è sicuramente un fuoriclasse.

A proposito di Fuoriclasse®, cosa si deve aspettare chi si iscrive all’evento?

Gian Paolo affronta anche gli argomenti più difficili con linguaggio semplice e pragmatico. Chi parteciperà all’evento Fuoriclasse® si porterà a casa tante idee e concetti da applicare immediatamente.

Montali appare subito congruo. Quello che racconta è quello che ha fatto. La sua esperienza, da coach prima e da manager vincente in seguito, gli consente di avere un bagaglio di informazioni incredibile su quello che serve a qualsiasi organizzazione per migliorare le proprie prestazioni portandole al massimo del proprio potenziale.

Gian Paolo ha sempre trovato la strada per condurre una squadra al successo indipendentemente dal campo di gioco, grazie alla sua abilità di traslare i concetti di mentalità vincente e cura dei dettagli dallo sport alla gestione di impresa. Sua la teoria della “squadra invisibile”. Il successo arriva se presti attenzione alle minime sfumature e dando importanza e rilevanza a tutti gli attori di un progetto

a cura di Fabrizio Filigheddu

PROGRAMMA COMPLETO

No tags for this post.